ENEA: scelto il sito che ospiterà il progetto DTT

L’ENEA indica il Centro Ricerche di Frascati come sede del nuovo reattore  di ricerca a fusione nucleare: Divertor Tokamak Test.

Una scelta diversa sarebbe apparsa decisamente incomprensibile: tutta la storia operativa della fusione nucleare italiana vede Frascati come protagonista assoluto per quanto riguarda la realizzazione dei due unici Tokamak italiani, FT (Frascati Tokamak) entrato in funzione nel 1978 e FTU (Frascati Tokamak Upgrade) 11 anni dopo.

Da quei tempi l’attenzione della comunità scientifico-tecnologica che ruota attorno alla fusione nucleare controllata, pur continuando a fare sperimentazione su queste due macchine, si è rivolta verso i grandi progetti internazionali, prima il JET europeo (Joint European Torus) a Culham (partito nel 1983), e poi ITER (concepito già negli anni ’80), partito nel 2003 dopo vent’anni di travagliate vicende e destinato ad arrivare (forse) nel 2035 con il primo plasma deuterio-trizio.

Ma sulla vicenda DTT – ITER e sul complesso rapporto che li lega torneremo prossimamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *